335 7569647
Seleziona una pagina

Ci sono luoghi di ascolto in cui l’accoglienza è un primo passo fondamentale per la presa in carico e la cura. Gli sportelli di ascolto della Casa dei Diritti offrono un canale preferenziale di accesso ai servizi per quei cittadini che vivono la solitudine delle minoranze. La loro caratteristica li contrassegna in quanto dedicati a specifiche minoranze, problemi specifici che rischiano di rimanere silenti, inespressi, e di sfociare successivamente in problematiche più gravi.

di Laura Porta.

rete-620x465Ci sono luoghi di ascolto in cui l’accoglienza è un primo passo fondamentale per la presa in carico e la cura. Gli sportelli di ascolto della Casa dei Diritti offrono un canale preferenziale di accesso ai servizi per quei cittadini che vivono la solitudine delle minoranze. La loro caratteristica li contrassegna in quanto dedicati a specifiche minoranze, problemi specifici che rischiano di rimanere silenti, inespressi, e di sfociare successivamente in problematiche più gravi.

Li troviamo in elenco alla voce “Servizi e sportelli” nel blog degli Intrusi. Sappiamo dall’esperienza sul campo della psicologia e della psicoanalisi applicata al sociale quanto sia importante nominare il proprio servizio attraverso un sintomo (es. sportello per la violenza sulle donne, per i malati di AIDS, centro di cura per gli adolescenti, per l’anoressia, ecc..) per favorire l’identificazione dei soggetti e il primo approccio alla domanda di aiuto.

Nell’epoca delle sofferenze smarrite e solitarie, un luogo che porti il nome di un sintomo o di una sofferenza fa scattare il primo approccio alla domanda d’aiuto. Più difficile sarebbe, per fare l’esempio di una donna vittima di violenza, la quale sia disinformata rispetto ai suoi diritti di cura e giuridici, fare una domanda diretta di aiuto ad uno specialista, psicologo o legale che sia.

Gli sportelli di ascolto della Casa dei Diritti sono un luogo di grande valore sia per quanto riguarda il soccorso psicologico che per la grande opportunità che essi offrono di tessere una rete sociale che mette in contatto i servizi tra di loro, e permette ai cittadini di avanzare domande d’aiuto.

reteSi tratta spesso di cittadini immersi in drammi, a volte amplificati dal senso di colpa di chi vive una condizione esistenziale di minoranza. Essi trovano la possibilità di essere ascoltati da qualcuno che non giudica, che in alcuni casi si limita ad ascoltare, in altri invece interviene con l’invio ad altri servizi o professionisti, oppure fornendo informazioni sui propri diritti.

Questi luoghi di soccorso non possono in alcun modo porsi come alternativi alle istituzioni pubbliche. Essi sono piuttosto una fertile articolazione della società civile, e qui vi risiede il loro profondo valore. Gli sportelli di ascolto per le donne, per le vittime della violenza, per gli omosessuali malati di Aids o che temono di poterlo diventare, al di là di uno scopo concreto nella scena pubblica, hanno un senso in quanto sono rappresentativi di cose, persone e situazioni che altrimenti non riuscirebbero ad emergere, intervenendo ad offrire una rappresentatività a chi può sentirsi diverso, ed in quanto tale un reietto della società.

Questi sportelli non si pongono in alcun modo in posizione provocatoria nei confronti delle istituzioni o dei partiti. Essi si limitano ad accogliere una minoranza difficilmente rappresentata. Ed integrano dei servizi sociali che soffrono da tempi memorabili della mancanza di collegamento tra di loro, in una città che non sa come risolvere i problemi della disoccupazione, dell’alloggio, dei tossicodipendenti, e non ha luoghi dove dirlo, dove farsi ascoltare.

Credits Immagini: www.serenacoop.org; www.abruzzosviluppo.it

Articolo completo su

Blog della Casa dei Diritti

Questo sito prevede l'utilizzo di cookie tecnici. Non sono presenti cookies di profilazione. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close